Blog
23 Giugno 2016
Marianna Martino

Quanto tempo ci va a fare un ebook?

La risposta in una parola? Tanto.

Ma non è una cosa così scontata. Infatti, in questi 3 anni di attività, tante persone ci hanno detto: “Eh, ma il libro non può uscire tra due mesi? Lo scrivo in un lampo e lo pubblichiamo. Cavolo, è tutto digitale!”.

Peccato che ci siano due errori/ingenuità madornali in questa frase e ora te li spiego.

1. Cavolo, è tutto digitale!

Certo che è tutto digitale, facciamo ebook, infatti. Però non è che perché si è sull’Internet le cose, allora, vanno fatte male o di fretta. Gli ebook che pubblichiamo sono realizzati con la stessa cura e lo stesso monte ore di lavoro di quando pubblicavamo su carta. E quindi: ci va tempo. Non mi piace l’assioma per cui, se si è digitali, allora in quattro e quattr’otto si vende online. È equivalente ai self-publisher che pensano che “tanto basta caricare il file, no?”. No, non è così. O almeno, non è così se si vuole pubblicare un libro curato e degno di essere venduto a un lettore.
Ricorda: ebook non è sinonimo di instant book. L’ebook è reale, resta online, il tuo nome circola e spero lo vorrai legato a un libro di qualità, non alle prime quattro cose che ti sono venute in mente, buttate giù alla bell’e meglio.

2. Non può uscire tra 2 mesi?

No, che non può! E non può per una svariata serie di motivi:

  • a Zandegù lavoriamo in 2 agli ebook, Marco e io. Non siamo in 10 e quindi per fare tutto con cura ci mettiamo del tempo;
  • sempre perché siamo in 2 non riusciamo a fare più di un libro al mese, che secondo me è già tanto;
  • sì, siamo digitali MA abbiamo anche noi un calendario editoriale, programmato con largo anticipo e che non possiamo variare più di tanto. Per dire, ora abbiamo programmato le nostre pubblicazioni fino ad aprile 2017;
  • per fare un ebook come dio comanda serve tempo: prima di tutto l’autore lo deve scrivere. Come sai, spesso i nostri libri sono su commissione, oppure l’autore ha un’idea, ce la sottopone, noi diamo l’ok e parte a scrivere. Quanto ci vuole per scrivere un ebook? Dipende davvero tanto, quindi non mi sbilancio con una cifra precisa, ma direi tanti mesi;
  • poi, quando la prima bozza ci viene consegnata, ha bisogno di un editing. L’autore spesso sottovaluta questa parte, ma quando arriva il mio file con le annotazioni, c’è sempre da riscrivere, rivedere, rileggere e tutta una serie di cose che iniziano con ri-. E il tempo passa. Contando 2 giri di editing, parliamo almeno di un mese/un mese e mezzo di lavoro;
  • poi c’è la correzione bozze: a Zandegù facciamo almeno 4 giri di letture. Siccome, io la correzione la faccio leggendo lentissimamente e ad alta voce (sì, ad alta voce), ovvio che anche qui ci va del tempo. Marco, per dire, la fa leggendo a mente, ma comunque questo non significa che ci metta meno. La correzione di bozze io la stimo in circa un mese di lavoro;
  • nel frattempo, ci coordiniamo con Davide Canesi, il nostro grafico, per la copertina dell’ebook: dal brief, alle prime bozze, alla versione definitiva possono passare 3-6 settimane a seconda del progetto (a volte viene subito un’idea, a volte si fatica a trovare la chiave di lettura più adatta);
  • sempre nel frattempo, parliamo con Irene Roncoroni, il nostro ufficio stampa d’assalto. Lei deve leggere il libro e produrre il comunicato stampa e pensare a siti, magazine, giornali, Tv, radio, ecc., che possano essere interessati a ricevere proprio quel libro lì e non un altro. Tra lettura e strategia di invio, direi che ci vanno 3-4 settimane;
  • poi si impagina, si rilegge, si fanno le varie prove sugli store (carica correttamente? Il file dà errori?) e si inizia la parte di promozione. Questa fase l’ho molto riassunta ma diciamo che, tra tutto, passa un altro mese.

Ok, quindi facciamo due conti?

Mediamente, un ebook che esce con Zandegù ha una gestazione, dal momento della consegna della prima bozza fino alla data di uscita, di 5/6 mesi. Conta che non ho considerato, in questa somma, il tempo di stesura del testo. A volte l’autore ha le idee chiarissime e ci mette poche settimane, a volte invece ha bisogno di un anno per consegnare il materiale.

6 mesi di nostro lavoro editoriale significano il triplo del tempo che un autore aspirante desidererebbe. Poi, non è affatto detto che il libro esca proprio tra 6 mesi, perché, come dicevo, abbiamo un calendario editoriale. Magari il primo posto libero per uscire con noi è tra un anno circa e, quindi, si programma il lavoro di conseguenza.

Ci teniamo davvero tanto, Marco e io, a vendere al pubblico il miglior ebook possibile, quindi ci lavoriamo molto, tra noi, con l’autore e con i nostri fidati collaboratori. E per fare le cose per bene, te lo assicuro, ci vuole tempo.

[questo articolo è stato ispirato da questo post di Enrica Crivello]

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Cose nostre very buffe coi post del blog + news su corsi, ebook, eventi, sconti