Blog
26 Settembre 2019
Marianna Martino

Come nasce un ebook: StrategicaMente

L’ebook di Tamara Viola, StrategicaMente. Pianificare, organizzare e agire nel lavoro con la mentalità strategica, ha avuto una genesi simile a quella della maggior parte dei nostri Prof. Conoscevamo bene Tamara – da molti nota con il suo nom de plume su Instagram delempicka84 – una digital strategist competente che non disdegna, come noi, di aggiungere alla sua comunicazione una bella dose di ironia. Insomma, ci è sempre sembrato che anche lei fosse, ad honorem, parte del team Zuzzurellone, dunque perché non proporle un libro coerente con il suo lavoro e la sua esperienza, come un manuale sulla pianificazione strategica?

Detto fatto

Un paio di Skype call insieme per chiarirci meglio le idee, una bozza di scaletta da limare il giusto, la fatidica firma del contratto e poi la consegna del testo, ampiamente entro il termine. A quel punto, come ogni volta, Marco ha iniziato la lettura e il primo editing sul testo e a quel punto ci siamo accorti che qualcosa non quadrava.

Che pathos!

Il libro era scritto molto bene; lo stile chiaro e frizzante era quello che conoscevamo e apprezzavamo. Non mancava nemmeno l’ironia, quella che da sempre ci aveva conquistato, facendoci amare lo stile comunicativo di Tamara. Quello che non funzionava era una certa confusione nella sequenza degli argomenti: insomma il filo del discorso non scorreva come avrebbe dovuto.

A questo punto ci siamo consultati tra noi Zandezii: la situazione era abbastanza inedita e dover dire a un autore di non essere del tutto soddisfatti del suo lavoro è sempre un momento molto delicato. Sappiamo quanto ognuno tenga al proprio ebook e quanto tempo dedichi alla scrittura e riscrittura dei nostri manuali, magari sottraendo ore preziose ad altri lavori (o anche solo al sonno!).

Per farti crescere forte e sano

Allo stesso tempo, cerchiamo sempre di pubblicare ebook di buona qualità. Vogliamo pubblicare ebook chiari, non presuntuosi né accademici, ma molto ricchi di ciccia, contenuti, idee. Vogliamo che l’autore si metta “dentro” il libro in prima persona, racconti il suo metodo, le sue tecniche, i trucchetti che ha imparato con gli anni, lo studio e l’esperienza, in modo che il lettore possa in un certo senso farli propri e crescere nel suo cammino professionale.

You can’t touch this (oh-oh oh oh oh-oh-oh)

La prima versione del libro di Tamara era buona, ma non era ottima, per questo abbiamo dovuto affrontare il problema. Insieme. Abbiamo organizzato una Skype call in cui abbiamo analizzato tutte le criticità del libro, capitolo per capitolo. Tamara è stata mega collaborativa. Nessun superego da contenere. Nessun “Voi non sapete chi sono io!”, nessun “Il libro è mio e NON SI TOCCA!”.

Al contrario, abbiamo incontrato totale disponibilità a riscrivere le parti che non filavano, grande professionalità e, ultimo non ultimo, una bella grinta non da poco. Sì, perché questa è una delle cose che ci piacciono di lei. Tamara possiede la cazzimma e non si perde certo d’animo. Ci ha raccontato che la prima stesura è stata scritta in un periodo della sua vita complicato, alcune vicende personali non le hanno dato la calma e la concentrazione che avrebbe voluto avere. Anche lei concordava: ci si poteva lavorare ancora un po’ su. “Regà, nun ve preoccupate”.

Spritz vs. caffè

Così, anche se l’estate (e le vacanze) si avvicinava e le temperature diventavano più adatte agli Spritz all’aria aperta, che alle nottate passate a tamburellare sui tasti del computer coi caraffoni di caffè, abbiamo fissato una nuova data per la consegna della seconda stesura. Il testo è arrivato e da lì è partito il consueto lavoro di editing e di correzione di bozze: questa volta il testo ci convinceva al 100%.

Tamara poteva incazzarsi perché avevamo criticato il suo lavoro, poteva essere poco collaborativa: potevano succedere mille cose negative. Invece, insieme abbiamo capito quali erano i punti deboli dell’ebook, dove era ancora necessario lavorare e abbiamo reindirizzato il lavoro per migliorare, snellire e aggiungere, a seconda dei casi.

StrategicaMente

Ma di cosa parla? StrategicaMente. Pianificare, organizzare e agire nel lavoro con la mentalità strategica parla di quell’unica cosa che accomuna tutti i lavoratori in proprio: grandi, piccoli, medi, freelance, artigiani, artisti e via discorrendo. Parla di mentalità strategica, cioè quel modo di guardare al lavoro che aiuta a procedere con metodo, idee chiare, pianificazione che non fa perdere né tempo né animo. Perché sì, anche nel lavoro un po’ di calcolo e sangue freddo, come negli scacchi, servono!

StrategicaMente

Agile come una gazzella nella savana

Il manuale di Tamara Viola è un libro agile e completo, utile per tutti coloro che vogliono imparare a lavorare in modo più organizzato, orientato alla crescita e al miglioramento. I sei capitoli che compongono il libro ti aiutano a capire cos’è il pensiero creativo, come scatenare le idee con il brainstorming, come falciare via le idee che fanno perdere tempo e salvare quelle buone. Inoltre, aiuta a delineare obiettivi, cliente ideale e – ovviamente – la strategia più efficace per raggiungerli.

Infine, non mancano suggerimenti su come muoversi anche al di fuori dell’online e come strutturare un piano editoriale. Ciliegine sulla torta, i molti case studies e un pizzico di follia stilistica!

Noi ce l’abbiamo messa tutta, Tamara ancora di più, non vediamo l’ora che tu lo legga (cliccando qui)!

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Cose nostre very buffe coi post del blog + news su corsi, ebook, eventi, sconti

Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy