Blog
26 Febbraio 2019
Marianna Martino

Scrivere testi in modo veloce

Le nostre giornate sono frenetiche, siamo stanchi e a volte le idee mancano o si perdono. Quindi ci buttiamo sull’Internet per cercare i trucchi magici per postare in fretta, scrivere mille post in poche ore, ottenere i 5 segreti per una pagina Facebook che spacca.

Sono incredibili baggianate o c’è un fondo di verità?

Dado Knorr

Io nei preparati non ci credo tanto: a volte una minestra cremosa Knorr ti può salvare la cena ma diciamolo, con la verdura vera è tutta un’altra cosa.

Eppure io ho la fortuna di scrivere molto in fretta. A volte, nonostante la promuova tantissimo, anche senza scaletta. Se ho tre ore di tempo in un pomeriggio, mi viene facile scrivere due post, uno script per un video e magari pure una newsletter. Ogni tanto vedo colleghi perdere mezz’ora per una didascalia di Instagram: a me bastano 5 minuti.

100% naturale

Forse che sono un genio? NO. Forse che ho molto culo? PUÒ DARSI.

Ho sempre pensato che la mia capacità di concentrarmi in pochi secondi e di scrivere velocemente testi sensati e utili fosse una predisposizione naturale. Ma poi l’altro giorno ho iniziato a pensarci su bene e ho notato che ci sono alcune cose che faccio che si ripetono.

Trucchi? Non penso. Cose che per me funzionano. Magari serviranno anche a te. Ora vengo al punto e te le dico.

Idee chiare

Per scrivere in modo efficiente servono idee chiarissime. Io faccio così: ho un Calendar (aridaje!) dedicato al blog dove non scrivo solo una traccia di titolo, ma anche un paio di punti che voglio toccare con quel post.

Quando apro WordPress per scrivere, controllo il calendario, leggo la traccia e ragiono sul taglio da dare. Quando il post è complesso scrivo una mini scaletta e poi esplodo i vari punti. Se il post è “semplice”, inizio a scrivere e procedo.

Come capire se si hanno le idee chiare? Ecco 7 domande da farsi:

  1. qual è la cosa principale che voglio dire?
  2. la cosa che voglio dire è piccola ma molto specifica, o enorme e quindi molto generica?
  3. quindi, la cosa che voglio dire si conclude in un post, o potrebbero servirne di più (tipo una serie)?
  4. di quali altri elementi devo parlare per supportare il tema principale che voglio passi a tutti i costi?
  5. devo fare ricerca per avvalorare alcune cose che dico?
  6. nei panni del lettore: quale problema ha rispetto al tema che voglio scrivere?
  7. nei panni del lettore: quali soluzioni cerca online?
  8. nei panni del lettore: il mio post come può aiutarlo concretamente?

 

Prendersi il giusto tempo

Ok, qua sto dicendo di metterci poco e magari sembra controintuitivo ma invece per scrivere in modo rapido ed efficiente serve del tempo libero. Cosa intendo? È inutile cominciare a scrivere un post se tra 10 minuti inizi una riunione, se aspetti una call, se le 18 si stanno avvicinando. Con l’acqua alla gola non si scrive mai bene. Mai. Io al pepe al culo ci credo a tratti.

Quindi, mettiti a scrivere solo quando hai 1 o 2 ore di tempo tranquille. Diciamo che sono le 14 ed entro le 15 vorresti scrivere una newsletter. Sai cosa succederà se hai le idee chiare e del tempo per farlo? Che alle 14.45 avrai finito. E ti sei guadagnato un quarto d’ora per un caffè o per lavorare già ad altro. Non ci credi?

La serenità aiuta a rilassarsi, a sapere che si ha il tempo per fare le cose per bene, a concentrarsi profondamente, a chiarirsi le idee (punto precedente, importantissimo). Quando tutte queste cose si uniscono, si procede spediti. Più spediti del solito, più di quando si hanno i minuti contati o le idee confuse.

Togliere le distrazioni

La distrazione è nemica dell’efficienza, quindi via alle notifiche sul cellulare, ai social sul pc, al telefono fisso coi call center che chiamano. Metti tutto silenzioso per un’ora, non morirà nessuno.

Se sei in un ufficio o un coworking con altre persone, o in generale se è una cosa che aiuta la tua concentrazione, ascolta della musica.

Io ascolto sempre questa playlist di Spotify di musica classica che mi aiuta tantissimo. In particolare ho un debole per Debussy quando scrivo.

Oppure, siccome sono tra quelle persone che trova enormemente rilassanti i suoni ASMR, ascolto ore scope di saggina che spazzano, spazzole che pettinano, forbici che tagliano capelli, ecc.). Mi rilasso a tal punto che vado in un stato di semi sonno. Paradossalmente, questa cosa aumenta la mia produttività a livelli inauditi. Molti li trovano irritantissimi, ma tu prova ASMRSoundSpace (il mio canale YouTube preferito sul tema): potrebbe fare al caso tuo.

Stare comodi

Se non si sta comodi ci si distrae: ho mal di schiena, mi alzo a prendere un cuscino; ho sete, vado in cucina a bere; cavolo non ho un quaderno, apro l’armadio per cercarne uno. Ecco, prima di scrivere accertati di avere tutto quello che può servirti: acqua, tè, caffè, tisana, un maglione extra, il ventilatore, biro e quaderno, musica e cuffie, evidenziatori, cuscini. Insomma, qualunque cosa agevoli il tuo comfort e ti permetta di lavorare senza distrazioni.

Io ho sempre con me: caramelle, caffè, burrocacao (se ho le labbra secche mi dà fastidio e mi distraggo), biro e quaderno, musica.

Un cuscino aiuta a scrivere veloce? Pare una fregnaccia, vero?

Io però ho provato tutte queste tecniche – idee chiare, giusto tempo, no distrazioni, comodità – in questi 6 lunghi anni di Zandegù. Da quando faccio queste cose sono super produttiva, rapida, concentrata, efficace, precisa e motivata.

Vuoi provarci anche tu?

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Cose nostre very buffe coi post del blog + news su corsi, ebook, eventi, sconti

Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy