Raccontare una storia

Corso base di narrativa

con Giusi Marchetta e Marco Lazzarotto

300,00750,00

Svuota

Hai qualcosa da dire

Magari non sai ancora bene come. Non sai se avrà la forma di un racconto, di un post, di un romanzo, di una lettera. Però hai qualcosa da dire e vorresti farlo per bene.

Spesso senti che la creatività si sta esaurendo come i biglietti per un concerto di Beyoncé. E che un metodo di lavoro ti aiuterebbe a non perderti (un po’ tipo il TomTom). Perché hai qualcosa da dire. E sarebbe bello se questa cosa fosse accompagnata da una trama che fila e da personaggi che non si dimenticano. E, pensa!, potresti fare tutto questo non solo per te, ma perché qualcuno legga le tue parole, le senta vicine, voglia saperne di più, si riconosca nei tuoi personaggi e si appassioni alla tua storia, alla cosa che hai da dire.

Questione di pentole

Dillo, hai già un po’ la pelle d’oca? E pure un po’ di fifa? Ti capiamo, pure noi abbiamo la pelle d’oca. Ma fifa zero: perché adoriamo le storie, in particolare quelle che ti porti dietro tu. E sì, tirarle fuori dal cassetto potrebbe fare un po’ paura all’inizio, ma poi è un viaggio super divertente, mica come quelle gite che poi cercavano di venderti le pentole, sulla strada del ritorno.

Per fare in modo che tu possa scrivere quello che hai da dire, abbiamo pensato a Raccontare una storia, un corso base di narrativa con due scrittori pazzeschi: Giusi Marchetta e Marco Lazzarotto.

Com’è fatto Raccontare una storia?

Il corso è composto da 3 moduli da 10 lezioni ciascuno per un totale di 30 lezioni, da ottobre 2018 a maggio 2019. Ogni lezione dura due ore, ogni martedì dalle 19 alle 21. Puoi frequentare uno a scelta dei tre moduli o tutti e 3, per un’esperienza completa e super ricca.

Le lezioni prevedono tanta teoria, esercizi in classe e a casa (ma non troppi, perché sappiamo che lavori o studi), milioni di esempi pratici presti da libri, serie Tv, film, blog, newsletter, social: perché le storie belle sono ovunque, anche dove meno te le aspetti!

In pratica cosa imparo?

Il primo modulo Le cose che hai da dire | ottobre – dicembre 2018

È dedicato proprio alle cose che hai da dire. Che sono di due tipi: per prima cosa sono le idee e gli spunti che hai in testa. Come individuarli al meglio, selezionarli e metterli sulla carta (o sul pc)? Per seconda cosa, sono le motivazioni che ti spingono, il perché vuoi scrivere quella cosa lì e non un’altra. Con questo primo modulo ti porti a casa un metodo per evitare di rimanere a corto di idee e la motivazione per essere ogni giorno più forte e convinto di quello che scrivi, online e su carta.

Il secondo modulo Strutturare una storia | gennaio – marzo 2019

È dedicato agli elementi fondamentali che, prima, ti aiutano a costruire la tua storia e, dopo, ti aiutano a tenerla in piedi. Insomma, qua giochi a fare Renzo Piano. Inizierai con la scaletta: odiatissima e temuta, ma enormemente utile per scrivere a passo spedito e con le idee chiare. Così darai una buona struttura di base alla tua storia. Poi creerai personaggi che potresti berci una birra insieme. Ti occuperai di scrivere dialoghi che sembrano quelli di Tarantino. Infine, capirai come montare tutti i pezzi della tua storia: sarà come risolvere quel puzzle da 3.000 pezzi che sta sempre incompiuto sul tavolo della casa in montagna. Solo che stavolta metterai insieme tutti i pezzi, fino all’ultimo. Con questo modulo ti porti a casa la scaletta e lo scheletro del tuo primo racconto.

Il terzo modulo Il tuo punto di vista | marzo – giugno 2019

È dedicato al “tocco personale”, capirai, cioè, come dare al tuo testo qualcosa di originale e solo tuo. Perché le cose che hai da dire devono avere la tua voce, forte e chiara. Con Giusi e Marco parlerete di sguardo, di qual è il punto di vista (e quindi il narratore) migliore per i temi che vuoi affrontare. Sarà anche l’occasione per parlare dell’incipit, del finale, dell’uso del tempo (flash back e flash forward) e del famoso (ma spesso ignorato, mannaggia!) show don’t tell. Con questo modulo avrai tra le mani il tuo primo racconto fatto e finito.

Cosa ti porti a casa?

Dopo il corso avrai: un metodo per non rimanere mai a corto di idee, farai prrrr! alla pagina bianca, saprai come riconoscere una buona idea da una così-così, avrai una motivazione sempre solida sul perché scrivi. Imparerai a fare una scaletta per strutturare il tuo scritto, saprai darti un metodo di scrittura e avrai le basi per scrivere buoni dialoghi e descrivere luoghi e personaggi. Capirai come scegliere un punto di vista, come mettere nel tuo scritto la tua voce unica e come iniziare e finire i tuoi racconti col botto. Ti porterai a casa cento milioni di spunti da tutti i media e tante idee di lettura; avrai dato da mangiare alla tua curiosità e ti sarai confrontato con compagni e docenti, in modo paritario e rilassato. Inoltre, cosa non da poco, ti porterai a casa la scaletta e il tuo primo racconto completo.

Chi si iscrive a Raccontare una storia?

Il corso è pensato per chi ama scrivere: che tu sia un aspirante scrittore o un blogger o che tu scriva tutti i giorni per lavoro, questo corso ti aiuta a darti un metodo, ti dà un sacco di legna per il fuoco della tua creatività e ti insegna i fondamentali per strutturare una storia che appassioni il lettore.

Docente

Giusi Marchetta

Giusi Marchetta (1982) vive a Torino, dove lavora come insegnante. Premio Calvino nel 2008 con la raccolta di racconti Dai un bacio a chi vuoi tu (Terre di Mezzo), seguita nel 2010 da Napoli ore 11 per la stessa casa editrice. Nel 2011 ha pubblicato per Rizzoli il suo primo romanzo, L’iguana non vuole, e nel 2015 il saggio Lettori si cresce (Einaudi). Il suo ultimo libro è Dove sei stata (2018, Rizzoli).

Marco Lazzarotto

Marco Lazzarotto è nato a Torino nel 1979. È l’autore dei romanzi Le mie cose (Instar libri, 2008), finalista al premio Arturo Bandini Opera Prima, e Il ministero della Bellezza (Indiana Editore, 2013). Suoi racconti sono usciti su «Delos Science Fiction», «’Tina», «Colla» e «Effe. Periodico di Altre Narratività». Lavora presso la casa editrice Einaudi.

Domande e risposte

Dov'è il corso?

Il corso è da Zandegù, in via Exilles 18 bis Torino – clicca qui per vedere la mappa.

Per arrivare puoi prendere il bus 36 e scendere alla fermata Exilles, o il tram 13 scendendo alla fermata Campanella. Oppure la Metro: basta scendere alla fermata Pozzo Strada. Se arrivi in treno la tua stazione è Torino Porta Susa.

Se arrivi in auto, invece, sappi che il parcheggio è su strada e non ci sono le strisce blu (leggi: non si paga).

Siamo all’interno del cortile e non ci sono barriere architettoniche.

Quand'è il corso?

Il corso è ogni martedì dalle 19 alle 21 ed è composto da 3 moduli da 10 lezioni ciascuno.

Il primo modulo inizia il 16 ottobre 2018.

Il secondo modulo inizia l’8 gennaio 2019.

Il terzo modulo inizia il 26 marzo 2019.

Devo per forza iscrivermi a tutti e tre i moduli?

Noi suggeriamo l’intero Percorso da 30 lezioni perché solo così avrai un’esperienza formativa davvero completa.

Ma puoi tranquillamente frequentare solo uno dei tre moduli da 10 lezioni. A te la scelta!

Quando scadono le iscrizioni?

Le iscrizioni per l’intero percorso si chiudono il 15 ottobre 2018.

Le iscrizioni per il primo modulo si chiudono il 15 ottobre 2018.

Le iscrizioni per il secondo modulo si chiudono il 7 gennaio 2019.

Le iscrizioni per il terzo modulo si chiudono il 25 marzo 2019.

La quota di iscrizione cosa comprende?

  • 60 ore di lezioni frontali in aula per l’intero Percorso (20 ore di lezione per ogni singolo modulo)
  • Esercitazioni pratiche in aula
  • Possibilità di partecipare a un gruppo segreto su Facebook creato appositamente per far interagire compagni e docente
  • Registrazione audio di tutte le lezioni, disponibile in formato digitale: se sei assente non perdi la lezione!
  • Quaderno per gli appunti e penna
  • Materiali e sconti offerti dai partner di Zandegù
  • Attestato di partecipazione su richiesta

Come mi iscrivo?

È molto semplice. Basta cliccare sul pulsantone verde con scritto Iscriviti, che trovi nel banner in alto.

Si apre una pagina con il modulo di iscrizione da compilare in ogni sua parte (i dati che ci mandi ci servono per la fattura, quindi non scordare il codice fiscale).

Una volta compilato il modulo, scegli il metodo di pagamento: carta di credito (tramite circuito PayPal) o bonifico bancario.

Quando completi l’ordine, noi riceviamo un’email col tuo modulo e i tuoi dati.

Una volta che saldi il corso e riceviamo il pagamento, noi ti consideriamo ufficialmente iscritto e ti mandiamo via email la fattura relativa e un’email di benvenuto.

Posso pagare in contanti?

Sì, puoi! Basta prendere un appuntamento e passare da noi in via Exilles 18 bis. Puoi prendere appuntamento chiamando il 3332247007 o scrivendo un’email a corsi@zandegu.it

Posso farvi altre domande?

Ma certo! Scrivici una email a corsi@zandegu.it o chiama il 3332247007.

Potrebbero interessarti