Quello che vedo dalla finestra

Raccontare con il disegno al tratto

con Matteo Pericoli

110,00 99,00

Se pensi di non saper disegnare manco un quadrato (ti capisco perfettamente) qua sei nel posto giusto. A volte disegnare, però, non vuol dire realizzare opere degne di Leonardo, ma significa narrare qualcosa. E, magari, farlo con le linee.

Sì, ma cosa dovrei disegnare? Per esempio una cosa che conosci molto bene, come quello che vedi tutti i giorni dalla tua finestra. Come farlo? Lo scoprirai nel laboratorio con il disegnatore e architetto Matteo Pericoli.

Questione di linee

Il laboratorio di sabato 25 maggio 2019 dura 6 ore ed è tutto all’insegna della pratica. Aprirai (sarai in aula, quindi lo farai con la fantasia e con l’aiuto di un bel po’ di foto che porterai con te) la tua finestra del cuore e guarderai con occhi nuovi quello che sta immediatamente intorno a questa cornice e il paesaggio là fuori. Sarà un bel modo per raccontare una storia tutta tua, con parole e linee disegnate.

Come funziona?

Il corso con Matteo parte dal suo lavoro come architetto e dal suo rapporto speciale con gli Stati Uniti e New York in particolare. Voleva disegnarla tutta e ha scelto la finestra come punto di vista privilegiato e molto intimo. Dal suo lavoro si arriverà a parlare anche di quello di Saul Steinberg, uno degli illustratori più importanti del XX secolo: ha collaborato per 60 anni col New Yorker disegnando 642 illustrazioni e 85 copertine. Quello che vedo dalla finestra sarà l’occasione per spiegare come raccontare storie con il disegno al tratto. Cos’è una linea? Come si racconta con questa tecnica? Quali linee servono e quali no? E poi ci si mette subito all’opera, disegnando e raccontando la vista dalla propria finestra (quella di casa o quella che preferisci). Ah, per questo laboratorio dovrai portare un sacco di foto (nelle FAQ ti spieghiamo tutto, tranquillo), per poter davvero rendere realistico quello che vedi dalla finestra.

Cosa ti porti a casa?

Con questo laboratorio imparerai: cos’è il disegno al tratto, come raccontare una storia con un disegno, cos’è la linea e come usarla per narrare. Inoltre, ti cimenterai subito in un progetto pratico divertente e appassionante: disegnare quello che vedi dalla finestra e raccontare una storia. Avrai tanti spunti, un confronto partecipato con docente e compagni e una giornata per mettere alla prova la tua creatività e la tua voglia di metterti in gioco.

Chi si iscrive a Quello che vedo dalla finestra?

Questo corso è pensato per grafici, illustratori, persone appassionate di disegno, freelance o creativi che cercano stimoli nuovi, idee, creatività da usare nel loro lavoro (magari online, sui social, nelle stories, ecc). E anche per chi vuole cimentarsi col disegno senza l’ansia di dover produrre “un’opera d’arte”, o dover “disegnare bene”.

Docente

Matteo Pericoli

Matteo Pericoli è architetto, autore, disegnatore e insegnante. Nel 1995, dopo essersi laureato al Politecnico di Milano, si trasferisce a New York dove lavora, tra gli altri, nello studio dell’architetto Richard Meier. Nel maggio del 2007 completa Skyline of the World, un murale di 120 metri per il nuovo terminal dell’American Airlines all’aeroporto internazionale JFK. I suoi lavori sono stati pubblicati su numerosi giornali e riviste, tra cui The New York TimesThe ObserverThe New YorkerThe Paris Review Daily e La Stampa. Matteo è autore di numerosi libri, pubblicati negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Italia, in Corea del Sud, in Taiwan e in Cina, tra cui Manhattan Unfurled (Random House), London Unfurled (Picador UK) e Windows on the World: 50 Writers 50 Views (Penguin Press e EDT Torino). Ora vive a Torino, dove è stato Visiting Professor al Politecnico di Torino e dove, nel 2010, ha fondato il Laboratorio di Architettura Letteraria (www.lablitarch.com), un corso che ha tenuto in giro per il mondo nel quale l’architettura viene utilizzata come strumento per analizzare ed esplorare la narrativa. 

 

(foto Maurizio_Michelini)

Partner

Domande e risposte

Dov'è il corso?

Il corso è da Zandegù, in via Exilles 18 bis Torino – clicca qui per vedere la mappa.

Per arrivare puoi prendere il bus 36 e scendere alla fermata Exilles, o il tram 13 scendendo alla fermata Campanella. Oppure la Metro: basta scendere alla fermata Pozzo Strada. Se arrivi in treno la tua stazione è Torino Porta Susa.

Se arrivi in auto, invece, sappi che il parcheggio è su strada e non ci sono le strisce blu (leggi: non si paga).

Siamo all’interno del cortile e non ci sono barriere architettoniche.

Quand'è il corso?

Il corso è sabato 25 maggio 2019 e dura dalle 10 alle 17 con in mezzo un’ora per il pranzo.

Quando scadono le iscrizioni?

Le iscrizioni si chiudono il 21 maggio.

Devo portarmi qualcosa per il corso?

Sì. Devi portare: foto e materiale per disegnare. Qui sotto i dettagli.

FOTO

  • le foto della vista dalla tua finestra (di casa o quella che preferisci): è meglio se le porti stampate (oppure va bene lo stesso se le porti su portatile o tablet. Su cellulare no perché sono troppo piccole)
  • le foto devono essere tante, tantissime, minimo 30
  • Di che tipo? Parti dal serramento, tutto, da dentro la stanza. Poi più vicino così si vede la vista, poi la vista con la finestra aperta, quindi più vista, poi i dettagli (sia della finestra sia della vista), eccetera. Insomma tutto il necessario per poter poi disegnarla.

 

MATERIALE

Carta, matita, gomme, delle buone penne mm 0.1, 0.3 magari. Insomma il necessario per disegnare al tratto. E poi qualcosa per scrivere, anche a mano, un breve testo. 

La quota di iscrizione cosa comprende?

  • 6 ore di corso
  • Esercitazione pratica in aula
  • Light lunch
  • Quaderno per gli appunti e penna
  • Materiali e sconti offerti dai partner di Zandegù
  • Attestato di partecipazione su richiesta

Come mi iscrivo?

È molto semplice. Basta cliccare sul pulsantone verde con scritto Iscriviti, che trovi nel banner in alto.

Si apre una pagina con il modulo di iscrizione da compilare in ogni sua parte (i dati che ci mandi ci servono per la fattura, quindi non scordare il codice fiscale).

Una volta compilato il modulo, scegli il metodo di pagamento: carta di credito (tramite circuito PayPal) o bonifico bancario.

Quando completi l’ordine, noi riceviamo un’email col tuo modulo e i tuoi dati.

Una volta che saldi il corso e riceviamo il pagamento, noi ti consideriamo ufficialmente iscritto e ti mandiamo via email la fattura relativa e un’email di benvenuto.

Posso pagare in contanti?

Sì, puoi! Basta prendere un appuntamento e passare da noi in via Exilles 18 bis. Puoi prendere appuntamento chiamando il 3332247007 o scrivendo un’email a corsi@zandegu.it

Devo portarmi il pranzo?

No, è compreso nel prezzo.

Vengo da fuori Torino. Come faccio?

Abbiamo una convenzione con il b&b Portmanteau (via Brindisi 10) che si trova a pochi passi dal centro. Inoltre è a 2 fermate di bus dalla stazione di Porta Susa.

Bellissime camere doppie e singole (con bagno esclusivo o in comune), wifi e prima colazione a prezzi speciali dedicati ai nostri corsisti: sconto del 20% (non cumulabile sulle promozioni).

Scrivi a info@portmanteau.it per saperne di più e ricorda di comunicare che sei un corsista Zandegù!

Posso farvi altre domande?

Ma certo! Scrivici una email a corsi@zandegu.it o chiama il 3332247007.

Potrebbero interessarti