Blog
14 Dicembre 2018
Marianna Martino

Noi crediamo in un mondo aperto

[Hai visto i nostri corsi di gennaio?

Scrivere short per aspiranti poeti con Alessandra Racca | Happy content marketing, strategia. Usa i social per raccontare il tuo lavoro con Massimo Potì| Easy Instagram: trovare il tuo stile, per avere un profilo super con Marta Pavia | Impagina, puoi! per creare flyer professionali e facili con Benedetta Spreafico | Sesso e gender, per raccontare la diversità con Violetta Bellocchio]



Ogni venerdì, come ti raccontavo la scorsa settimana, riceverai un nuovo post+video con consigli, storie belle, chiacchiere su comunicazione, illustrazione e scrittura con i nostri docenti.

Oggi ho deciso di raccontarti una storia. Ti voglio parlare di Matite per Riace, il progetto del mio amico Federico Cano Correa che ha una galleria d’arte a Torino di nome Caracol.

Matite per Riace è una call per illustratori e fumettisti che, tra ottobre e novembre 2018, ha raccolto le opere di artisti di tutta Italia che hanno dato il loro contributo disegnato a sostegno di Domenico “Mimmo” Lucano, il sindaco della cittadina calabrese di Riace.

Porte aperte

Te ne parlo per due motivi: primo, perché l’illustrazione è un ambito che stiamo esplorando e sul quale facciamo molta formazione. Ed è una scelta, frutto di una personale passione.

Secondo, perché Riace è un esempio di tolleranza e apertura e noi di Zandegù vogliamo davvero dire molto francamente che il mondo che sogniamo è un mondo misto, bastardo, tollerante, con le porte belle aperte. Dalla diversità nasce bellezza.

Oggi, nella consueta diretta del venerdì, Marco e io ne abbiamo parlato e qua trovi il video per guardarti la puntata e condividerla, se ti va.

Nella diretta abbiamo raccontato la storia di Mimmo, di Riace e del progetto, e se vuoi approfondire ecco alcuni link:

  • qui la pagina Facebook e quella Instagram di Matite per Riace;
  • qui trovi la pagina Wikipedia per approfondire la storia e le cose importanti fatte da Mimmo Lucano nella sua vita.

Quello che invece mi preme dirti qui è questo

Sono orgogliosissima che i nostri docenti di illustrazione abbiano partecipato a questa chiamata alle armi. Vuol dire che sappiamo scegliere collaboratori che ci somigliano, gente generosa, di mentalità aperta, che saprà veicolare certi valori di integrità anche ai nostri corsi.

Sono molto felice che un ragazzo giovane come Federico sia un promotore di bellezza qua a Torino e, ora, in tutta Italia. Federico ha una galleria stupenda dove, mannaggia a lui, ho dilapidato molti soldi! :) Sono anni che si sbatte come un matto per raccontare e far conoscere il mondo dell’illustrazione italiana che è florido e ricco di idee. Ed è bellissimo che abbia messo tutta questa energia per dare forma a una cosa in cui crede. Stavo per scrivere: “abbia messo tutta questa energia per un IDEALE”. Poi ho pensato che, oggi, ideale rischia di diventare quello dipinto da Gramellini, di poveri fessi di 20 anni che, siccome sono un po’ sciocchini e hanno ancora il prosciutto sugli occhi, vanno a fare i volontari in Africa, ma aspetta che crescano e capiranno come va il mondo.

Ecco, mi auguro che il mondo sia pieno di giovani (e meno giovani) come Federico e come i volontari e i soccorritori che lavorano per accogliere i rifugiati. Io a un mondo aperto ci credo e ci tenevo a dirtelo.

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Cose nostre very buffe coi post del blog + news su corsi, ebook, eventi, sconti

Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy