Blog
23 novembre 2017
Marianna

Come nasce un ebook: Raccontarla giusta

Marco

Fa un po’ impressione dirlo ma conosco Marco Lazzarotto da 15 anni tondi. Avevo 19 anni all’epoca e siamo praticamente cresciuti insieme. L’ho visto studente, poi scrittore di racconti, poi autore pubblicato per grandi editori, poi collaboratore di una casa editrice importante di Torino, poi docente e più di recente anche papà.

Quando abbiamo riaperto Zandegù non ci ho pensato due volte a proporgli il nostro corso base di scrittura (Narrativa 101), per chi ha un romanzo o un racconto nel cassetto.

Devo proprio dirlo, anche se ovviamente sono di parte. Marco è una bombetta come prof: è professionale ma divertente, si spende tantissimo per i corsisti, sa fare gruppo, porta tutti a mangiare la pizza. Non per niente, i suoi allievi lo chiamano il Maestro, con la M maiuscola.

Bea

Alla terza edizione di questo corso si è iscritta Beatrice Dorigo. A dirla tutta non era una faccia nuova, perché ci eravamo già incontrate a qualche evento qua e là (Torino è piccola e abbiamo un sacco di conoscenze in comune), ma è stato quel corso a permetterci di chiacchierare, conoscerci, iniziare a vederci anche fuori dall’aula, andare a zonzo per Tiger, bere caffettoni, scambiarci lunghi messaggi di gossip. Conoscevo da tempo anche il suo blog e il corso mi ha confermato che Bea è una bravissima scrittrice, così le ho proposto di scrivere un ebook (Tipe da stadio) a cui, un anno dopo, è seguito Prova a prenderle!

Bea ha seguito un sacco di corsi con Marco e sono diventati amici.

Galeotto fu lo spritz

La prima volta che abbiamo parlato della possibilità di questo libro non c’era manco la Zandecasa. Mi ricordo che eravamo al tavolino di un bar vicino al Tag di Torino (il coworking dove abbiamo tenuto i corsi dal 2013 al 2016). Uno spritz a testa e questa idea bellissima: perché non riordiniamo tutti questi appunti che ho preso durante i corsi e non ne facciamo un manuale, una specie di libro di testo del corso che fa Marco in aula?

E poi, a stretto giro, è venuta l’idea di strutturare il manuale come un dialogo: Bea fa tutte le domande che ogni aspirante autore vorrebbe fare ma non osa, Marco risponde in modo chiaro, semplice e diretto.

Come saprai, se ci segui da un po’ di tempo, per noi di Zandegù la scrittura e la narrativa sono temi che ci stanno moltissimo a cuore. Sono la parte più importante della nostra formazione in classe e, oggi, anche di quella online. Abbiamo pubblicato un paio di manuali dedicati alla pubblicazione e al self-publishing. Però mancava un ebook che parlasse dell’abc della narrazione e, finalmente, lo abbiamo fatto con Raccontarla giusta. Domande e risposte sulla scrittura che esce martedì 28 novembre! (lo preordini da Amazon qui)

Raccontarla giusta

Come si struttura una storia? Come si tiene incollato il lettore alla pagina? Come si scrive un buon dialogo? E i personaggi come si fa a farli saltar fuori dalla pagina? Mille e altri quesiti, messi nero su bianco in un dialogo paritario, divertente ed enormemente utile per il lettore (e aspirante scrittore).

Doppio strato di felicità

Questo ebook mi rende doppiamente felice. Ma felice in una maniera assurda.

Il primo motivo è che sono davvero onorata di avere Marco Lazzarotto nella nostra squadra di autori (era ora, neh?!).

Il secondo motivo è proprio l’ebook stesso, i suoi contenuti: ci abbiamo lavorato con passione per più di anno, tra birrette, riunioni, confronti, email, telefonate, editing. È scritto ovviamente benissimo ed è stato molto bello vedere come due teste e quattro mani sono riuscite a coordinarsi e a lavorare tanto bene insieme. Questa collaborazione mi ha insegnato molto.

Il manuale, poi, è chiaro, è utile, è il distillato di tutto il sapere del Maestro. Ricco di consigli di lettura e spunti narrativi che vengono anche da altri media (film, serie Tv), non può mancare in nessun modo nella libreria virtuale di ogni aspirante scrittore.

A chi si rivolge?

Questo manuale è pensato per chi scrive e ha bisogno di una guida nelle nebbie della narrazione, per chi ha un momento di panico da pagina bianca, per chi ha una storia in testa e non sa come metterla su carta, per chi scrive da tempo e vuole un prontuario chiaro e sintetico da tenere a portata di mano e per chi legge tantissimo e vuole saperne di più sul dietro le quinte della scrittura.

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Robe buffe, cose nostre e zero spam'