Chi siamo

L’incredibile storia degli Zandezii

Siamo Marianna Martino e Marco Alfieri (detti anche, dagli amici, gli Zandezii), le due menti malate che si celano (nemmeno troppo bene) dietro Zandegù.

Marianna è dell’83, battutara, super miope, fan della michetta, con problemi di equilibrio, amante della buona cucina e dei viaggi.

Marco è dell’80, super tifoso sfegatato del Toro, ipocondriaco, scarsa soglia dell’attenzione, amante della buona cucina e dei viaggi.

Quando eravamo gggiovani (cioè, i nostri inizi)

Ci siamo incontrati nell’estate 2004 a Torino. A ottobre è balenata l’idea di Zandegù, a maggio 2005 la casa editrice ha visto la luce.

Zandegù è stata per 5 anni, fino al 2010, un editore di carta: pubblicavamo autori italiani spesso al loro esordio. Si faceva narrativa, raccolte di racconti e romanzi. I primi mesi abbiamo avuto anche una certa fama: Marianna aveva 22 anni e i giornalisti l’hanno definita l’editore più giovane d’Italia.

Poi, lo confessiamo, ci siamo scoraggiati – fare gli editori non è affatto facile i costi di stampa fanno spavento e la distribuzione in mano ai soliti colossi non aiuta – e abbiamo fatto fagotto per cercare fortuna all’estero.

Siamo tornati con le pive nel sacco – e non si dica che non diciamo le cose come stanno cercando di indorare la pillola! – ma l’esperienza all’estero ci ha proprio scavato dentro. Ancora non lo sapevamo ma era così.

Finché ci è venuta una grandissima nostalgia. E una voglia boia di ri-fare le cose davvero per bene.

Back in black!

Nel 2012, il 14 dicembre, Zandegù ha rivisto la luce.

Oggi pubblichiamo 4 tipi di ebook (e solo ebook, bye bye carta!): manuali professionali, guide zuzzurellone, reportage narrativi su cose assurde, fumetti.

Con Zandegù facciamo anche corsi, di due tipi: per chi vuole scrivere e per chi vuole aggiornarsi. Sono serali e al weekend, base, laboratoriali e intensivi. I docenti sono grandi professionisti ma non salgono in cattedra: cerchiamo di offrire una formazione coi baffi che sia anche divertente.

Infine, organizziamo eventi, dove c’è sempre di mezzo la birra (o comunque da bere, perché la vita è una sola): i Litcrawling, passeggiate a zonzo per Torino tra letture e bevute. E le Zandebirre, quando andiamo a farci una birra e invitiamo chiunque a unirsi per 4 chiacchiere.

Dal 2016 abbiamo anche una sede fisica dove lavoriamo, dove si svolgono i nostri corsi e dove facciamo un sacco di bella roba: è a Torino in via Exilles 18 bis.

Orgoglio zuzzurellone

Non ci piacciono le cose troppo seriose, ci piace ridere, appassionarci, goderci ogni momento, stare con la gente, imparare, migliorarci, sbagliare e tenere duro (se vuoi sapere tutto quello in cui crediamo, abbiamo anche un Manifesto che ci descrive a pennello).

Facciamo così nella nostra vita privata. Facciamo così nel lavoro con Zandegù.

In circa 4 anni, Zandegù ha fatto tantissima strada. E contiamo di farne ancora, perché questo lavoro lo facciamo con passione, sudore, fatica, tenacia e un sacco di zuzzurellonità.