Blog
10 maggio 2017
Marianna

Caffè, tè, me?

“Caffè, tè, me” è la scritta che campeggia sulla nostra “cucina” nella Zandecasa. Chiamarla cucina è un po’ eccessivo: si tratta di un frigo azzurro + mobile con ante e cassetti che ospita quantitativi industriali di bicchieri di plastica, caffè e zucchero in varie forme (da quello in bustina, ai biscotti, alla cioccolata zozzissima).

Kitchen mon amour

Come per Banana Yoshimoto, la cucina è sempre stata, tra le stanze della casa, la mia preferita. Da piccola (e anche da più grande) ho sempre fatto i compiti al tavolo della cucina, mica sulla scrivania in cameretta. La cucina è dove facevo merenda, prendevo il caffè con le amiche, impastavo gli gnocchi con mia nonna, guardavo la Tv la sera (quella grande, in salotto, era appannaggio di mio papà), pranzavo con mia mamma, giocavo sotto il tavolo (che diventava a volte casa, a volte grotta, a volte castello sfarzoso).

Insomma, a me le cucine piacciono e, quando abbiamo aperto, non ho avuto dubbi che l’area comune avrebbe dovuto assomigliare a una casa e, in particolare, a una cucina. Volevo che la gente si sentisse subito in un luogo amico, semplice, accogliente.

Certo, non ho potuto metterci un arsenale di fuochi a induzione, forni a vapore e cantinette refrigerate. Mi sono limitata al microonde e al bollitore, sacro strumento che mi permette di sgobbarmi quelle 27 tazze di caffè americano che, chi mi conosce, sa che ho sempre sotto il naso, nella mia tazza con scritto “I am very busy” (perché in effetti sono busy busy!).

Ho questa cosa col caffè

Il caffè è davvero centrale nella mia vita da adulta: ho iniziato a berlo con regolarità alle medie, a colazione e dopo pranzo. Poi, al liceo, mi sono fatta la chiavetta per il distributore automatico, perché ne consumavo talmente tanto che con le monetine veniva un casino.

E quando poi sono andata a vivere sola, ciao: la caffettiera era sempre sul fuoco.

Oggi, il caffè mi tiene sveglia, mi piace il suo gusto, mi accompagna nelle mille riunioni nella Zandecasa e fuori ed è anche una buona scusa per fare una pausa. Da quando lo bevo solo americano, poi, la pausa è diventata lunghina, perché se poi lo bevo in fretta tendo a scottarmi la lingua, ma pazienza!

Così, qualche tempo fa, abbiamo pensato che fare delle colazioni a base di caffè sarebbe stata un’idea bellissima per far conoscere la nostra Zandegù e aprire le porte delle nostre aule a chi non ci conosce e vuole venire a ficcare il naso. Ma anche per chi già sa chi siamo, non è ancora stufo di vedere le nostre facce e vuole iniziare la giornata in nostra compagnia.

Vieni a colazione da noi?

Lo facciamo il 19 maggio (che poi è pure il giorno del mio 34° compleanno, quindi vieni a tirarmi le orecchie!), dalle 7.30 alle 11 in via Exilles 18 bis. Sono i giorni del Salone del libro di Torino, che aspettiamo tutti con enorme trepidazione ed emozione: l’idea è passare da noi, mangiare due biscotti, bere un caffè e andare in fiera (o al lavoro). Siamo anche comodi alla metro, quindi raggiungere il Lingotto è un attimo.

Però, siccome volevamo fare le cose per benino, non siamo soli. Abbiamo un fighissimo partner in crime che è nientepopodimeno che NESCAFÉ. Durante, la colazione del 19 maggio, infatti, berremo delle super prelibatezze come NESCAFÉ CLASSIC, intenso e avvolgente, NESCAFÉ GRAN AROMA DECAF, ricco e vellutato, NESCAFÉ AZERA, intenso e corposo con la sua irresistibile crema e pure il nuovo NESCAFÉ CAPPUCCINO dal gusto intenso e con la sua soffice schiuma. Insomma, non vogliamo lesinare!

È la prima volta che Zandegù stringe una partnership e non potremmo essere più felici e onorati: primo, perché come avrai capito il caffè ci piace davvero fin dall’infanzia, poi perché NESCAFÉ è uno dei marchi di caffè più fichi secondo noi e, infine, perché anche NESCAFÉ crede, come noi, alla convivialità, agli incontri dal vivo, alla condivisione e all’amicizia e alle cose bellissime che possono nascere davanti a un caffè (a volte, anche degli amori, no?). Non per niente, infatti, il loro slogan è “It all starts with a NESCAFÉ”.

Insomma, noi non vediamo l’ora che sia il 19 maggio. Sarà un modo un po’ diverso per stare insieme, ridere, iniziare la giornata per benino e concludere la settimana con una coccola. A caffè e biscotti ci pensiamo noi. Tu devi solo puntare la sveglia e portare chi vuoi!

Qui trovi l’evento su Facebook se vuoi cliccare Parteciperò! Gli hashtag della giornata sono #Zandegù #ZandeCaffè #Nescafe #ItAllStartsWithANescafe #NescafeAzera #ilmiomomentodipiacere

Dai, iscriviti alla nostra newsletter

Robe buffe, cose nostre e zero spam'